Perugia: Chiroterapia e Manipolazioni Vertebrali-img

Perugia: Chiroterapia e Manipolazioni Vertebrali


10 novembre 2017 presso Perugia, Italy a Perugia.

La Medicina Manuale o Chiroterapia, è una scienza ormai consolidata e codificata a livello internazionale e di estrema efficacia ed utilità quando usata da mani esperte e con le giuste indicazioni. Le manipolazioni vertebrali, codificate nella Medicina Manuale dal Dr. R. Maigne, direttore del reparto di Ortopedia dell’Hotel Dieu di Parigi, a partire già dal dopoguerra, trovano la loro indicazione nel trattamento di numerose affezioni del rachide che comportano stati dolorosi e che interessano tutto l’apparato locomotore. Il Dr. Maigne ha fuso le conoscenze e le esperienze empiriche della Chiropratica di scuola americana (Palmer) e dell’Osteopatia (Still), con la medicina Ortopedica, codificando una tecnica, detta “del non dolore e del movimento contrario” che, partendo dal concetto del disturbo vertebrale (D.I.M.: Disturbo Intervertebrale Minore di Maigne), agisce in modo mirato ed assolutamente indolore su molte affezioni e patologie della colonna vertebrale. La manipolazione consiste in una mobilizzazione forzata del rachide che si applica ad un segmento vertebrale e che va oltre il gioco articolare fisiologico (barriera per alcuni autori), senza superarne il limite anatomico: essa deve essere quindi eseguita in modo assolutamente preciso ed in maniera dosata ed assolutamente mirata sul segmento sul quale si vuole agire. La manipolazione del segmento vertebrale contribuisce ad avere vari effetti: uno sblocco delle faccette articolari posteriori, spesso responsabili di rigidità ed infiammazione del disco, un corretto riallineamento dei corpi vertebrali spesso ruotati e bloccati, una liberazione di endorfine (sostanze chimiche con elevato potere anti-infiammatorio ed anti-dolorifico), uno spostamento e trazione dei dischi intervertebrali con conseguente riduzione delle protrusioni ed ernie che comprimono le radici spinali ed un miglioramento del dolore per via riflessa. La tecnica Maigne si avvale prevalentemente di manipolazioni indirette ed indirette assistite, spesso in HVLA (High Velocity Low Amplitude), ma assolutamente indolori e sicure. Si trattano sia i dolori regionali del rachide cervicale, dorsale e lombare, sia affezioni periferiche radicolari come sciatalgie e brachialgie. Le sofferenze possono essere sia di natura discale, sia di natura infiammatoria. Con questa tecnica si riescono ad affrontare molte patologie impiegando un numero di sedute solitamente inferiore ad altre metodiche. Durante il corso, oltre alle tecniche vertebrali, saranno passate in rassegna anche alcune manovre sulle articolazioni periferiche. Il progetto didattico, oltre ad una parte teorica con presentazione di oltre 250 slides in powerpoint e discussione degli argomenti trattati, comprende dimostrazioni del docente e, cardine della formazione, molte ore di pratica sotto supervisione in modo che la ripetitività del gesto venga appresa dai discenti in modo adeguato alle proprie esigenze. Chiroterapia e manipolazioni vertebrali è il primo corso che ha aperto le tecniche manipolative mediche ai fisioterapisti già dal 1998. Il Dr. Nicola Monteleone, che si occupa della materia da oltre 20 anni, ha fuso la tecnica del non dolore e del movimento contrario con il concetto del reclutamento vertebrale, per arrivare ad usare tecniche indirette ed HVLA particolarmente sicure ed efficaci, oltre che estremamente mirate. Dopo il corso tutti gli allievi saranno comunque seguiti nel tempo personalmente con contatto telefonico, gruppo Facebook e gruppo WhatsApp oltre che con la possibilità di seguire la pratica gratuitamente anche in ulteriori corsi, compatibilmente con i posti disponibili. La tecnica Maigne è la prima ed unica codificata con il concetto medico della diagnosi e della conseguente catena che deve portare all’esecuzione della manipolazione in assoluta sicurezza ed escludendo ogni controindicazione dannosa e/o pericolosa, oltre che a stabilire le dovute diagnosi differenziali. Saper capire se, quando, come, in quale direzione e con quale tecnica eseguire una manipolazione è importante quanto saperla effettuare correttamente.

Obiettivi

Al termine del corso il partecipante sarà in grado di:

– Attuare una valutazione ed una corretta diagnosi del paziente utilizzando le manovre cardine della semeiotica manuale

– Individuare correttamente e precisamente il segmento o i segmenti vertebrali da trattare

– Valutare le indicazioni e le controindicazioni

– Saper posizionare il paziente nel modo corretto per una specifica manovra

– Verificare la messa in tensione del segmento vertebrale

– Saper eseguire in maniera corretta e mirata il thrust manipolativo

Programma

Lingua: Italiano

Il corso, della durata di sei giorni non consecutivi (10-11-12 novembre e 24-25-26 novembre “Chiroterapia e manipolazioni vertebrali“), verrà tenuto dal docente Nicola Monteleone, medico chirurgo con specializzazione in medicina sportiva.

1° Giorno:

14.30 – 15.00: Registrazione partecipanti

15.00 – 15.30: Presentazione del Corso – Cenni storici: Osteopatia, Chiropratica, Medicina Manuale – Cenni di biomeccanica

15.30 – 16.00: Generalità sulle manipolazioni vertebrali – Aspetti clinici dei dolori vertebrali – Concetto di D.I.M. – Meccanismo di azione di una manipolazione vertebrale

16.00 – 16.15: Pausa Caffé

16.15 – 17.00: Correlazione tra ATM, occlusione dentale e disturbi vertebrali – Test chinesiologico (dimostrazione)

17.00 – 19.00: Semeiotica manuale (pincé-roulé, segni locali di distorsione vertebrale) – Schema a stella – Sindrome cellulo-teno-mialgica di Maigne – Regola del non-dolore e del movimento contrario – Dimostrazioni del docente

2° Giorno:

09.30 – 10.00: Indicazioni e controindicazioni – Siringomielia – Osteocondrosi – Insufficienza vertebrobasilare – Test di postura – Test di Rancurel – Dimostrazioni del docente

10.00 – 11.00: Patologia del rachide cervicale – Le cefalee di origine cervicale: cause, riconoscimento e trattamento. Risultati statistici – Punto spia cervicale del dorso – Dermatomeri cervicali

11.00 – 11.15: Pausa Caffé

11.15 – 11.45: Esempi di RMN cervicali – Discussione e valutazione

11.45 – 12.45: Tecniche manuali del rachide cervicale (da C1 a C7 con varie tecniche: menton-pivot, decubito laterale, indirette in rotazione con mento bloccato, semi-indirette contrastate, del portafoglio)

12.45 – 13.30: Dimostrazioni del docente: messa in posizione, messa in tensione, thrust

13.30 – 14.30: Pausa Pranzo

14.30 – 16.00: Sessioni pratiche sul rachide cervicale: scelta della manipolazione, messa in posizione, messa in tensione, thrust (1^ Parte)

16.00 – 16.15: Pausa Caffé

16.15 – 19.00: Sessioni pratiche sul rachide cervicale: scelta della manipolazione, messa in posizione, messa in tensione, thrust (2^ Parte)

3° Giorno:

09.30 – 10.00: Rachide dorsale: anatomia – patologia – posizione per la ricerca del D.I.M. – Visione RMN dorsali

10.00 – 11.00: Tecniche manuali del rachide dorsale (da D1 a D12) – Manipolazioni dirette – contrastate con posizione supina – trazione contrastata – indirette assitite – tecnica del ginocchio e con appoggio epigastrico – Dimostrazioni del docente

11.00 – 11.15: Pausa Caffé

11.15 – 11.30: Pseudo dolori viscerali o false lombalgie di origine dorsale – Sindrome toraco-lombare

11.30 – 13.30: Sessioni pratiche sul rachide dorsale: messa in posizione, messa in tensione, thrust

4° Giorno:

14.30 – 15.30: Rachide lombo-sacrale: patologie – innervazione metamerica – Segno di Lasegue – lesioni del disco intervertebrale: Ernie di Schmorl, protrusioni, spondilosi, antero e postero listesi, ponti ossei, ernie del disco. Fenomeno della sciatica crociata, tipo e senso della manipolazione

15.30 – 16.00: Esempi, visione e discussione di RMN lombo-sacrali. Tecniche manuali sul rachide lombo-sacrale (da L1 a S1 e coccige) – Dimostrazioni del docente (1^ Parte)

16.00 – 16.15: Pausa Caffé

16.15 – 16.45: Esempi, visione e discussione di RMN lombo-sacrali. Tecniche manuali sul rachide lombo-sacrale (da L1 a S1 e coccige) – Dimostrazioni del docente (2^ Parte)

16.45 – 19.00: Sessioni pratiche sul rachide lombo-sacrale : messa in posizione, messa in tensione, thrust

5° Giorno:

09.30 – 11.00: Esami clinico-strumentali – materiali di lavoro per lo studio – numero di sedute e durata dei trattamenti – scheda del paziente – consenso informato

11.00 – 11.15: Pausa Caffé

11.15 – 12.00: Manipolazioni e mobilizzazioni di alcune articolazioni periferiche – tecniche manuali (spalla, gomito, sternoclaveare, sacro-iliaca e testa peroneale) – dimostrazioni da parte del docente

12.00 – 13.30: Sessioni pratiche sulle articolazioni periferiche: messa in posizione, messa in tensione, thrust

13.30 – 14.30: Pausa Pranzo

14.30 – 16.00: Pratica clinica e pratica su tutto il rachide sotto supervisione del docente (1^ Parte)

16.00 – 16.15: Pausa Caffé

16.15 – 19.00: Pratica clinica e pratica su tutto il rachide sotto supervisione del docente (2^ Parte)

6° Giorno:

09.30 – 11.00: Pratica Clinica e pratica su tutto il rachide sotto supervisione del docente

11.00 – 11.15: Pausa Caffé

11.15 – 13.00: Pratica Clinica e pratica su tutto il rachide e verifica apprendimento

13.00 – 13.30: Revisione, domande e risposte, tavola rotonda, chiusura del corso e consegna dei diplomi

Chiroterapia e Manipolazioni Vertebrali

Trova altri eventi a Perugia su Evensi!

Commenta con Facebook

comments




  • Fai conoscere il tuo evento in tutto il network Evensi
    Maggiori informazioni
    Promuovi questo evento

    About Giulia Tardelli