Marti: Thermocompost - Corso pratico di costruzione!-img

Marti: Thermocompost – Corso pratico di costruzione!


03 novembre 2017 presso Podere Amarti a Marti.

In questo corso pratico, guidati dall’esperienza di Andrea Brugnolli di thermocompost.it, impareremo tutto ciò che c’è da sapere per realizzare un impianto di riscaldamento domestico tramite compost di cippato di legna…..e lo realizzeremo assieme!
Con questo sistema di produce acqua calda a 55° per più di 12 mesi, solo grazie al processo di compostaggio di ramaglie tritate, e alla fine si hanno in “dono” numerosi metri cubi di compost per nutire il nostro suolo!
Non perdere occasione di imparare questa tecnica, per realizzarla nel tuo giardino o per la tua comunità, o per la tua azienda!

Per informazioni e modalità d’iscrizione scrivi a info@podereamarti.it,
o chiama 0571 461981

COS’E’?
THERMOCOMPOST è un sistema ecologico ed economico per il recupero di calore dal compostaggio di rami e ramaglie di frutteti, giardini, parchi, boschi etc che produce un ottimo ammendante

• COM’E’ FATTO?
Le potature finemente triturate ed opportunamente bagnate, vengono accatastate in cumuli che possono andare da 1 metro a 10 metri di diametro.
I cumuli possono avere una forma naturale data dal materiale (angolo di natural declivio, abbiamo visto che è circa 70 gradi) e assumere quindi una forma tronco conica.

Possono essere contenute anche con strutture (tipo ferro o, balle di paglia, on cemento o altri materiali…) che permettono di salire in altezza con la stessa larghezza di partenza della base

• COME FUNZIONA, QUANTO DURA?
microrganismi quando naturalmente presenti, o aggiunti quando necessario sia con letame o preparati, innalzano la temperatura nel cumulo nel giro di pochi giorni anche oltre i 55°C per 12-18 mesi.

La durata e l’energia estratta è molto variabile dall’ essenza, dal periodo di taglio, dal diametro, quindi dal contenuto delle sostanze, dal tempo trascorso dal taglio alla cippatura, dal tempo trascorso dalla cippatura alla posa in opera, dalla quantità di calore estratta, dalla velocità di circolazione, dai tipi di microrganismi, dalla differenza di temperatura dell’acqua estratta, dalla quantità di ossigeno presente, dalle condizioni climatiche esterne, ed interne.

Un semplice impianto idraulico realizzato con tubi in polietilene ed una piccola pompa elettrica consentono di estrarre acqua calda per uso sanitario e/o per riscaldamento, di un edificio, serra, piscina etc.

I tubi, che a seconda della grandezza dell’ impianto possono essere possono essere di misure che vanno dal 16mm al 40 mm vengono posati in molti modi: in spirale concentrica, in spirali soprapposte ecc…
la pompa puo essere comandata con timer, o termostati con sonde di temperatura. In impianti più complessi si possono usare anche elettrovalvole. Vengono utilizzate Centraline commerciali o anche autocostruite tipo con arduino.

L’accumulo generalmente viene fatto esterno, come in un impianto solare, ma abbiamo anche la possibilità di inserirlo internamente con i vari vantaggi di trasmissione del calore e isolamento dall’ esterrno.
Il fluido che scambia è generalmente acqua, ma potrebbe essere anche glicole o altri fluidi .

• COSA NE RIMANE?
Il cippato così trasformato non produce rifiuti, ma un composto ricco di humus e sostanze nutritive utilizzabile in agricoltura come ammendante, contribuendo così all’ evoluzione dei suoli verso una certa complessità e una stabilità ecologica come i suoli naturali.

Un ulteriore possibilità di reddito, la si può avere vendendo HUMUS di lombrico, risultato del VERMICOMPOSTING
Similmente ad un terriccio di bosco, aumenta la fertilità svolgendo ottimamente il ruolo:
o Vitale, contribuisce all’ aumento della biodiversità microbiologica
o Nutrizionale, è ricco di minerali e favorisce la simbiosi tra ife e miceli radicali
o Strutturante, contribuisce all’aereazione del terreno
o Irrigatore, assorbe le precipitazioni ed evita la perdita dei nutrienti per lisciviazione
o Termoregolatore, aumenta la resistenza agli stress da freddo, caldo, secco e umido
o Sanitario,ne rafforza il sistema immunitario, offrendo maggior resistenza ai parassiti

• PER CHI?
Chiunque ha spazio esterno: Aziende agricole, agriturismi, centri sportivi, abitazioni civili, scuole etc.

• OBIETTIVI:
Riduzione inquinamento per il minor consumo di energia fossile per produrre acqua calda
Minor inquinamento dovuto alla combustione delle ramaglie

ThermoCompos autosufficienza

Questo schema propone un modello integrato delle possibili applicazione del THERMOCOMPOST.
Ci mostra le energie di flusso di entrata ed uscita dal Thermocompost, il ciclo di come i vari “rifiuti organici” prodotti vengono riciclati e riutilizzati in azienda per produrre energia e fertilizzanti per essere così energeticamente autosufficienti.

Gli scarti organici dell’allevamento, del cibo, delle potature compostate, dell’orto, dei campi etc. , vengono digeriti anaerobicamente per produrre BIOGAS (composto da metano e anidride carbonica), il quale può essere utilizzato per: cucinare, produrre acqua calda, co-generare corrente elettrica e acqua calda simultaneamente, alimentare veicoli a motore.

Il sottoprodotto chiamato digestato può essere utilizzato:
• come fertilizzante liquido o solido
• in un processo di carbonizzazione microbica,per trasformare gli scarti del verde in humus simile alla terra preta (orizzonti doppiamente fertili che si trovano nei suoli amazzonici)
• per alimentare e accelerare la crescita in:
o Colture acquatiche tipo: alghe, lenticchia d’acqua etc.
o Colture in serra
o allevamento di pesci

Gli scarti delle potature vengono compostati aerobicamente in un cumulo, il che ci permette di:
• produrre acqua calda per uso sanitario (cucina, docce etc.)
• produrre acqua calda per uso riscaldamento domestico e stalle
• produrre aria calda dall’acqua calda per l’ essicazione di foraggi
• tenere costantemente al caldo il digestore nel mezzo inserito ed aumentarne così l’efficienza
• produrre acqua calda per il riscaldamento dei bancali florovivaistici e delle coltivazioni in serra
• recuperare gas prodotti dalla decomposizione ( CO2, NH3, vapore e calore) e convogliarli nella serra per aumentarne la produzione.

ThermoCompost biogas

Questo modello consente, oltre al recupero dell’acqua calda, la produzione di biogas.
Il biogas si forma all’interno di un digestore anaerobico inserito nel cumulo.
Nel digestore, un serbatoio chiuso, quindi in assenza di ossigeno, batteri specifici trasformano rifiuti domestici, letame e scarti del giardino in biometano.
Il gas, opportunamente accumulato, può essere utilizzato:
• tale quale per alimentare i fuochi della cucina
• per produrre corrente elettrica mediante un generatore, (o con un cogeneratore è possibile recuperare anche l’acqua calda del motore per usi domestici),
• o per essere utilizzato come carburante per autotrazione
Il processo di digestione inoltre igienizza il materiale in uscita che così trasformato è pronto per essere impiegato in agricoltura come biofertilizzante.

L’idea del posizionamento del digestore nel centro del cumulo è vincente, perché il calore costante fornito consente di migliorare la produzione rispetto a quello in condizioni normali: a parità di sostanza organica fornita, si necessita di un volume del serbatoio più piccolo e si ha una riduzione dei tempi di ritenzione.

ThermoCompost serra

Questo modello consente , oltre al classico recupero dell’acqua calda, anche il recupero dei gas prodotti dalla decomposizione della sostanza organica attraverso un impianto di aereazione.

Sapendo che il processo di compostaggio, ad opera dei microrganismi, produce CO2, vapore acqueo, calore, composti dell’ azoto (NH3) etc, un ventilatore in aspirazione estrae i gas “esausti” prodotti e li dirige in serra, dove vengono riciclati per poi essere utilizzati dalle piante per crescere più velocemente che in una serra classica.

La velocità con la quale i gas vengono estratti crea una condizione di richiamo di aria dall’ esterno del cumulo che essendo normalmente ricca di ossigeno può essere regolata per accelerare il processo.

L’acqua calda estratta, attraverso i tubi dell’impianto idraulico, consente di riscaldare il letto di semina o il suolo di coltivazione.
Qualora si abbia la possibilità di costruire il cumulo nella serra, oltre al vantaggio di un ambiente più caldo, può essere impiegato come letto caldo, in questo modo le piantine usufruiranno del calore e dei gas prodotti con la possibilità del risparmio del costo degli impianti.o può essere regolata per accelerare il processo.

L’acqua calda estratta, attraverso i tubi dell’impianto idraulico, consente di riscaldare il letto di semina o il suolo di coltivazione.
Qualora si abbia la possibilità di costruire il cumulo nella serra, oltre al vantaggio di un ambiente più caldo, può essere impiegato come letto caldo, in questo modo le piantine usufruiranno del calore e dei gas prodotti con la possibilità del risparmio del costo degli impianti

• Il rientro dell’ investimento si ha entro l’ anno.
• le spese di gestione sono praticamente assenti, unica parte in movimento è una piccola pompa con un bassissimo consumo elettrico.
• l’unico lavoro di manutenzione è il rinnovo annuale del cippato. Questo lavoro viene felicemente svolto durante i corsi di formazione
• I materiali, escluso il cippato, è fatto per durare decine di anni, quindi i costi per il secondo cumulo consistono nel recupero del materiale “cippato” o da cippare
Attualmente impianti di riciclaggio chiedono 350 € per 30 mc incluso trasporto (2 ore), questa
spesa già risulterebbe azzerata, per l’ aumento del valore dello scarto così trasformato in COMPOST.
• Se nel tuo comune non ci sono impianti, ecco l’opportunità per creare e gestire un piccolo centro di raccolta del verde. Diminuendo così i RSU e producendo dell’ ottimo compost o humus di lombrico.

www.thermocompost.it
thermocompost@gmail.com
3396945270

Indirizzo: Via Fontanelle 10, 56020, Località Marti (PI), Marti
Thermocompost - Corso pratico di costruzione!

Trova altri eventi a Marti su Evensi!

Commenta con Facebook

comments




  • Fai conoscere il tuo evento in tutto il network Evensi
    Maggiori informazioni
    Promuovi questo evento

    About Giulia Tardelli